seguici su facebook   english version   Comune di Montebelluna

BIBLIOTECHE AREA MONTEBELLUNESE

HOME
L'OMBRA DI AMADEUS
©Piemme
Pierdomenico Baccalario
L'OMBRA DI AMADEUS
Piemme, 2013
(Battello a vapore)


 da 12 anni




Link al catalogo




5 dicembre 1791: Mozart muore e viene sepolto nel cimitero di Vienna. Ma con uno stratagemma ne esce vivo e si rifà una nuova identità a Bologna dove la sua vita incrocerà quella di un giovane allievo, Gioacchino Rossini. Inseguito da debitori senza scrupoli, Amadeus sarà costretto a rocambolesche fughe e pericolosi duelli. Alla fine consegnerà a Gioacchino una misteriosa scatola egizia che racchiude il segreto dell'immortalità e che passerà poi di mano in mano ad altri leggendari personaggi.


"L'ufficiale sentì la punta affilata di un coltello che gli percorreva le scapole, si fermava nel centro esatto della schiena, scendeva lentamente verso il basso. Cominciò a sudare freddo, immobile. Sotto al sole. Anche su quel coltello aveva ascoltato molti racconti. Dicevano che da una parte fosse affilato come un rasoio e arrugginito dall'altra. Tagliava e infettava. Lasciava cicatrici. Sempre."

"- Ci sono tanti tipi diversi di musicisti.
- E voi che tipo siete?
- Sono come te: un duellante.
- Gioacchino si girò sul pagliericcio. - Un duellante? E con chi duelliamo?
- Con la musica! Ogni volta che arriva un'idea, è come se ci sfidasse. Ci stuzzica e ci provoca. Vuole giocare con noi. E' curiosa di quelle che saranno le nostre mosse. E noi giochiamo, fino in fondo."

"- Vedi... Il padre di Mozart diede quella scatola al figlio - spiegò il generale. - E, grazie a essa, il figlio è sfuggito alla sua morte come fosse un immortale.
- Grazie a una scatola? - domandò Thomas, incredulo.
- Come sai, ho grande stima della saggezza degli antichi egizi... e gli studiosi che ho portato con me in Egitto hanno trovato negli scritti alcuni riferimenti a una particolare scatola che racchiuderebbe il segreto dell'immortalità. A quanto pare, questo oggetto magico è passato di mano in mano nel corso dei secoli. Ha attraversato guerre, migrazioni, rivoluzioni. Sempre da un proprietario all'altro, da un paese all'altro, fino a che se ne sono perse le tracce. E ho buoni motivi di pensare che adesso quella scatola sia ricomparsa. Tra le mani di Wolfgang Amadeus Mozart."