seguici su facebook   english version   Comune di Montebelluna

ARCHIVIO NEWS

HOME
26/01/12
bibliografie > NARRARE LA MEMORIA
Archivio News
@Ala Bankroft


Bibliografia breve per leggere l'Olocausto

Scrive Veronica Bonanni nel numero monografico della rivista Hamelin dal titolo "Storia e storie":

la trama di un film [di un libro, o di qualsiasi opera narrativa, aggiungiamo noi] può aiutare a tessere la trama della vita, trovandole un senso e una direzione nell'intrecciarla ai fili della trama della storia. La propria storia personale e familiare, rievocata dalle vicende di un personaggio, diventa sguardo privilegiato sul passato, o meglio sulla linea di continuità e interdipendenza tra passato e presente


Proponiamo qui una selezione di titoli che illuminino la necessità di un dialogo costante tra vita e storia, e che attraverso la fantasia più pura o la cronaca puntuale, la parola o l'immagine, la poesia o il racconto autobiografico, o tutte queste espressioni assieme, ci aiutino a non svuotare la Giornata della Memoria della sua reale importanza per navigare il presente.


Prime persone
- Lo sguardo di chi c'era

- K.Z. - Disegni degli internati nei campi di concentramento nazifascisti, Arturo Benvenuti, Beccogiallo 2014
- Ho visto un bellissimo picchio, Michał Skibiński, illustrazioni di Ala Bankroft, EL 2021
- Heimat, Nora Krug, Einaudi 2019
- Poesie sparse pubblicate in vita, Paul Celan, Nottetempo 2011


Storia/Storie - Opere narrative per leggere la realtà

- La mia cosa preferita sono i mostri, Emil Ferris, Bao 2018
- L'immortale Bartfuss, Aharon Appelfeld, Guanda 2021
- Le api d'inverno, Norbert Scheuer, Neri Pozza 2021
- Jojo Rabbit, regia di Taika Waititi, 2020


Una vita - Focus su Etty Hillesum

- Diario, Etty Hillesum, Adelphi 2012
- Siamo partiti cantando, Matteo Corradini, illustrazioni di Vittoria Facchini, rueBallu 2017


Guarda i libri qui
L'immagine è tratta dal libro Ho visto un bellissimo picchio

Per chiedere i libri a prestito: